Home / Eventi enogastronomici / Vinitaly, richiesto il rinvio al 2021. Morando:”giugno periodo non adatto alle esigenze delle aziende”

Vinitaly, richiesto il rinvio al 2021. Morando:”giugno periodo non adatto alle esigenze delle aziende”

Data l’emergenza Coronavirus, diversi eventi e fiere enogastronomiche sono state rinviate. Anche l’edizione annuale di Vinitaly è stata rinviata, inizialmente a giugno, ma non tutti sembrano essere d’accordo con questa scelta degli organizzatori che non sarebbe conforme con le esigenze vinicole delle aziende vitivinicole.

Rinviare al 2021 ‘Vinitaly’, una delle principiali rassegne mondiali del settore enologico, è la richiesta di cui si fa portavoce Franco Morando, direttore generale dell’azienda piemontese Montalbera, di Castagnole Monferrato (Asti).

“Ho scritto una lettera alla direzione di Verona Fiere, raccogliendo le istanze di innumerevoli aziende locali e nazionali – spiega Morando in una nota – per chiedere di posticipare al 2021 il Vinitaly, previsto il prossimo giugno, un periodo storicamente poco adatto alle esigenze delle aziende vitivinicole”.

“Nel caso non venisse annullata la manifestazione – prosegue Morando – confermeremo comunque lo spazio prenotato nel rispetto degli accordi e degli organizzatori, ma non parteciperemo fisicamente se non in maniera simbolica. Non ha senso in questo momento. Come se non bastasse abbiamo avuto tutte le disdette da parte dei buyers che non andranno al Vinitaly”.