Home / articolo spalla laterale in evidenza / Le Ricette dei lettori / U Morzeddu, simbolo gastronomico di Catanzaro

U Morzeddu, simbolo gastronomico di Catanzaro

La Calabria è una terra dal vastissimo patrimonio enogastronomico e vanta ricette antichissime tramandate da secoli e realizzate ancora oggi proprio come in antichità. Tra le ricette che vantano una storia antichissima vi è U morzeddhu, un piatto tipico catanzarese a base di carne di vitello. Per molto tempo, tra il 1800 fino al 1970 circa, il morzello era lo spuntino delle 11,00 di manovali e operai. Ad oggi, U Morzeddu viene servito solitamente come secondo piatto ed è considerato un vero e proprio simbolo gastronomico della città di Catanzaro.

Morzeddu Catanzarese: ingredienti e procedimento

Trippa: 200 gr. tra Rumine, Abomaso e Reticolo

400gr. di Omaso

Altre interiora di vitello: 200 gr. tra Esofago, Polmone, Milza e Cuore

Carne di vitello: 200gr di pancia

Condimento: 200 grasso animale

100 gr.di concentrato di pomodoro e 1,5 litri di conserva di peperone

alloro, origano, peperoncini piccanti calabresi

Sale: q.b.

Procedimento:

Pulire trippa con acqua tiepida e unirla all’omaso, lessare per 15 minuti, estrarre gli ingredienti dall’acqua e tagliarli in piccoli pezzi.

Porre tutti gli ingredienti ed il grasso animale in una pentola, aggiungere contemporaneamente ed amalgamare il concentrato di pomodoro e la conserva di peperone e soffriggere il tutto con molta cura.

Aggiungere dell’acqua fino a raggiungere quasi il bordo della pentola, peperoncini piccanti calabresi, alcune foglie di alloro e un mazzetto di origano.

Avviare la cottura a fuoco molto lento con coperchio semi aperto per almeno sei – sette ore.

il morzello sarà pronto quando il condimento riaffiorerà in superficie.