Home / Calabria / Stefania Rota è il nuovo presidente del Consorzio di Tutela e Promozione dei Salumi di Calabria Dop

Stefania Rota è il nuovo presidente del Consorzio di Tutela e Promozione dei Salumi di Calabria Dop

Avrà inizio a breve il nuovo corso del Consorzio dei salumi di Calabria certificati DOP.

Stefania Rota, già membro del Consiglio Direttivo dell’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani, è il nuovo presidente del Consorzio di Tutela e Promozione dei Salumi di Calabria DOP,

In un’intervista, la neoeletta presidente ha delineato le nuove strategie di sviluppo per il consorzio : «Vogliamo rilanciare il Consorzio perché crediamo che il settore della produzione dei salumi certificati abbia delle notevolissime potenzialità di mercato. Il Consorzio rappresenta allevatori, macellatori, trasformatori e confezionatori dei quattro salumi DOP calabresi: la salsiccia, la soppressata, la pancetta tesa e il capocollo. I nostri prodotti rappresentano ciò che nell’immaginario collettivo sono i buoni salumi di Calabria – ha aggiunto la Rota -. La Calabria si è data un gran da fare per ottenere le certificazioni comunitarie è venuto il momento, però di trasformarle in opportunità per gli operatori della filiera».

Il Consorzio, in collaborazione con ONAS (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Salumi) lavorerà per la creazione del profilo di analisi sensoriale dei salumi certificati, permettendo così l’individuazione dei descrittori fondamentali, categoria per categoria, e la possibilità nel tempo di seguire eventuali innovazioni tecnologiche compatibili con i disciplinari stessi.

I profili di analisi sensoriale dei prodotti potranno essere inseriti nei disciplinari dei quattro Salumi DOP, così come richiesto per i nuovi disciplinari DOP o per eventuali aggiornamenti.

Stefania Rota, nel suo piano di rilancio, ha le idee chiare anche sulla partecipazione a fiere di settore: «Abbiamo intenzione di partecipare al prossimo CIBUS 2020 a Parma e ci stiamo già organizzando per questa prima uscita ufficiale in eventi fieristici importanti, sia nazionali che nelle principali vetrine internazionali: ad esempio, il SIAL e, nel 2021, all’ANUGA. Pensiamo anche di organizzare una Festa dei Salumi di Calabria, come fanno già altri Consorzi di settore, magari a ridosso del prossimo autunno, anche se per quest’ultima, al momento, c’è stato solo il parto dell’idea».