Home / Calabria / Primo piano / Sprecozero: durante il Lockdown gli italiani hanno sprecato meno cibo

Sprecozero: durante il Lockdown gli italiani hanno sprecato meno cibo

È stata effettuata nell’ambito della campagna Sprecozero, da Distal Università di Bologna, una ricerca sullo spreco di cibo durante il Lockdown e dai dati raccolti è emerso che Il 51,6% degli italiani ha sprecato meno cibo durante la quarantena rispetto al periodo precedente. La campagna Sprecozero è stata presentata in vista della prima Giornata mondiale di consapevolezza delle perdite e degli sprechi alimentari, indetta dalle Nazioni Unite per il prossimo 29 settembre.

Le restrizioni dovute al Covid-19, come si evince sin dalla fine del Lockdown, hanno generato cambiamenti sia visibili dagli acquisti degli italiani, sia per quanto riguarda la preparazione delle pietanze. Secondo i dati emersi dalla ricerca sopracitata Il 47,2% dei consumatori ha usato più spesso la lista della spesa, mentre il 58,6% ha cucinato di più.

Elemento significativo, durante il Lockdown, il tempo a disposizione: le restrizioni dovute al Lockdown hanno permesso agli italiani, uomini e donne, di dedicarsi di più ad attività legate al cibo come cucinare in modo accurato, pianificare i pasti e organizzare le scorte.