Home / Compra ed assaggia / Spinaci: proprietà benefiche e usi in cucina
VLUU L110, M110 / Samsung L110, M110

Spinaci: proprietà benefiche e usi in cucina

Gli spinaci, tipica verdura dei mesi di febbraio e marzo, sono ottimi per realizzare diverse ricette che spaziano dall’antipasto al dessert e sono ampiamente citati anche all’interno di regimi alimentari dietetici per il loro alto contenuto di sali minerali e di fibre.

Gli spinaci contengono tante vitamine e tanti minerali, ma soprattutto tanta clorofilla. L’azione antiossidante degli spinaci, utile per la salute generale dell’organismo, è garantita da vitamine B e C, da carotenoidi, clorofilla e luteina.

Tra le varietà di spinaci esistenti, ci sono il Gigante d’Inverno, Matador, Merlo nero, Riccio di Castelnuovo e Virofly. In genere si coltivano e poi si raccolgono tra novembre e marzo; il Gigante d’Inverno in particolare è una varietà invernale, mentre il Matador è tipicamente primaverile.

Gli spinaci in cucina

Gli spinaci in cucina sono molto versatili, infatti possono essere consumati sia crudi che cotti, da soli in insalata o affiancati da altri ingredienti. Che siano crudi, lessati, cotti a vapore o ripassati in padella, gli spinaci possono accompagnare risotti e paste, ripieni e frittate ma fondamentale è la loro conservazione: gli spinaci freschi si possono conservare in frigo massimo per tre giorni.

Gli spinaci oltre ad essere perfetti per realizzare primi piatti e ripieni, si sposano benissimo con molti tipi di formaggi e latticini, quindi si può scegliere di servirli anche come semplice contorno, ripassati in padella con formaggio o con scaglie di parmigiano.

Per quanto riguarda i secondi piatti, gli spinaci possono essere un goloso ripieno anche per la carne, basti pensare alla ricetta della tasca di tacchino o degli involtini. Gli spinaci si sposano benissimo anche con il pesce o i crostacei e sono presenti in molte ricette tipiche regionali.