Home / articolo spalla laterale in evidenza / Le Ricette dei lettori / Pesto di fave, alternativa primaverile al pesto di basilico

Pesto di fave, alternativa primaverile al pesto di basilico

Il pesto di fave, conosciuto anche con il nome di ‘Pestun de fave’ o ‘Marò, ha origini antichissime e molto umili risalenti alle famiglie contadine che preparavano il ‘pestun de fave’ per insaporire il pane secco. Il pesto di fave è un’ottima alternativa per servire le fave.

Preparazione tipica della stagione primaverile, il pesto di fave si realizza con le fave fresche, ingrediente principe di questa ricetta. Dal sapore fresco e delicato, il pesto di fave è ottimo per condire la pasta, oppure da servire come salsa per accompagnare secondi piatti a base di carne.

Pesto di fave: ingredienti e procedimento

Fave fresche 150 g

Pecorino 75 g

Olio extravergine d’oliva 70 ml

Aglio 1 spicchio

Menta 4 foglie

Procedimento

Sgranate le fave, privatele della buccia esterna più dura e rimuovete la pellicina che le riveste.

Versate le face in un mixer e unite lo spicchio di aglio intero sbucciato, il formaggio grattugiato, le foglie di menta e l’olio a filo.  Frullate il tutto ad intermittenza, fino ad ottenere un composto cremoso e omogeneo

Trasferite in una ciotola il pesto di fave ottenuto e se non lo utilizzate subito copritelo con pellicola trasparente, oppure con l’olio extravergine d’oliva.

Utilizzatelo per condire gustosi primi piatti.