Home / articolo spalla laterale in evidenza / Le Ricette dei lettori / Pastiera napoletana: la ricetta dello Chef Cannavacciuolo

Pastiera napoletana: la ricetta dello Chef Cannavacciuolo

La Pasqua 2021 è alle porte e anche quest’anno non mancherà sulle tavole degli italiani la Pastiera napoletana, simbolo della Pasqua a fianco delle uova di Pasqua, della colomba e dei dolci tipici regionali.

Lo Chef Cannavacciuolo ha voluto omaggiare i suoi fan più golosi con la ricetta della sua Pastiera Napoletana. Scopriamo gli ingredienti e il procedimento per realizzare la pastiera napoletana dello rinomato chef Cannavacciuolo.

La Pastiera Napoletana dello Chef Cannavacciuolo

Ingredienti

Variante A

300 g di grano cotto

200 ml di latte

1 cucchiaino di strutto

la scorza di 1 limone di Sorrento IGP

la scorza di un’arancia

Variante B

350 g di ricotta di bufala fresca

300 g di zucchero

4 uova intere

3 tuorli

un pizzico di cannella in polvere

150 g di arance e cedri canditi a cubetti

5 gocce di aroma di fiori d’arancio

500 g di pasta frolla

In una pentola cuocete a fiamma bassa gli ingredienti della variante A. Il risultato dovrà avere la consistenza di una crema ed il composto dovrà cuocere per 30 minuti. Il composto, dopo l’eliminazione delle scorze, dovrà raffreddare e riposare a temperatura ambiente.

Montate gli ingredienti della variante B in una planetaria o con uno sbattitore elettrico. Unite i due composti aggiungendo anche i canditi e l’aroma di fiori d’arancio. Foderate una tortiera con la pasta frolla (clicca qui per la ricetta della frolla all’olio), lasciandone un po’ da parte per realizzare le strisce incrociate da porre sulla pastiera e riempite con il composto ottenuto.

Con la pasta frolla rimasta formate delle strisce e intrecciatele sulla superficie della torta; cuocete in forno a 190 °C per circa un’ora.

Controllate con uno stecchino di legno la cottura interna della pastiera.

A cottura ultimata, spegnete il forno e lasciate rassodare a forno socchiuso per almeno un’ora e 30 minuti. Sformatela con attenzione e servite a temperatura ambiente.