Home / Calabria / Primo piano / Origine dei prodotti: per la tracciabilità arrivano le tecniche di derivazione nucleare

Origine dei prodotti: per la tracciabilità arrivano le tecniche di derivazione nucleare

Sono state sottoscritte,  grazie alla collaborazione tra l’Ispettorato Repressione Frodi del Ministero delle Politiche Agricole (Icqrf) e la Sogin, la Società Gestione Impianti Nucleari, le procedure operative di ricerca relative all’origine dei prodotti agricoli ed agroalimentari.

La sopracitata sottoscrizione rappresenta in tutto e per tutto un passo avanti nella ricerca sperimentale di tecniche di derivazione nucleare che i due enti stanno avviando per codificare le tecniche radiochimiche attraverso l’uso dei radionuclidi specifici per la tracciabilità di prodotto agroalimentari.

Secondo quanto riportato su Ansa si procederà ad individuare la presenza dei radioisotopi naturali dei differenti territori determinandone la concentrazione in alcuni campioni di alimenti, in modo da ottenere una impronta digitale unica che indichi il luogo di origine del prodotto analizzato.

“Diamo piena operatività all’accordo biennale sottoscritto lo scorso 23 settembre che mira, attraverso le competenze e la ricerca scientifiche, a garantire la tracciabilità dei prodotti agricoli ed agroalimentari” sottolinea il Sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L’Abbate.