Home / Calabria / Primo piano / Olio di Calabria Dop: Bruzio, Lametia e Olio della Locride
Olio d'oliva Calabrese Dop
Olio d'oliva Calabrese Dop

Olio di Calabria Dop: Bruzio, Lametia e Olio della Locride

La Calabria oltre a vantare della produzione storica di insaccati, formaggio, conserve e prodotti dolciari, è molto rinomata a livello nazionale ed internazionale anche per la produzione dell’olio, pratica introdotta secondo alcune fonti storiche dai primi popoli illirici intorno al XIII secolo a.C.

In Calabria si producono principalmente tre tipologie di pregiato olio extravergine

Bruzio (prodotto nella provincia di Cosenza)

Lametia (prodotto nella piana di Sant’Eufemia e l’Alto Crotonese)

L’olio della Locride (inserito nella classificazione PAT)

L’olio Bruzio Dop è stato il primo tra gli oli extravergine di oliva calabresi a fregiarsi del riconoscimento Dop e si produce in quattro zone diverse della provincia di Cosenza: Fascia Prepollinica, Colline Ioniche Presilane, Sibaritide e Valle del Crati.

L’Olio Lametia Dop è stato sin dai tempi più antichi qualificato come ‘uno tra i migliori oli extravergine d’oliva d’Italia’ ed ha ottenuto il riconoscimento Dop dall’Unione Europea nel 1999. Questa pregiata tipologia di olio viene prodotta nei comuni adiacenti la Piana di Sant’Eufemia nella provincia di Catanzaro (Curinga, Maida, San Pietro a Maida, Gizzeria, Filadelfia, Feroleto Antico, Pianopoli e Lamezia Terme).

Con il suo elevato contenuto di vitamine D ed E, L’olio Lametia Dop è tra gli extravergine più pregiati d’Italia

L’olio della Locride è stato inserito nell’anno 2002 all’interno dell’elenco nazionale delle produzioni tipiche locali del ministero dell’Agricoltura; attualmente questo prodotto è in attesa dell’approvazione del disciplinare Dop da parte dell’UE. Questa tipologia di olio, senza alcun dubbio, vanta tutte le caratteristiche che gli permetterebbero di ottenere il prestigioso riconoscimento.