Home / Calabria / Primo piano / Oli regionali italiani: assegnati i premi per l’uso sapiente
Olio Lucano Igp

Oli regionali italiani: assegnati i premi per l’uso sapiente

Gli oli regionali italiani continuano ad essere protagonisti in tavola e non solo: un premio ai migliori oli regionali, a chef, pizzaioli, gelatieri e oleoteche e all‘”uso sapiente” dell’olio Evo è quanto stato assegnato dall’Associazione internazionale ristoranti dell’olio, con la Selezione Airo 2021 e con l’evento “I Ristoranti dell’Olio Airo”.

L’iniziativa, organizzata con una diretta Facebook date le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria dall’Associazione nazionale Città dell’Olio e dal Consorzio Olio Igp Toscano, ha assegnato il premio come miglior ristorante dell’Olio A.i.r.o. 2021, a Gaetano Trovato di “Arnolfo” (Colle Val d’Elsa, Siena).

Il miglior emergente è risultato Emilio Banchero di “‘L bunet” (Bergolo, Cuneo). A Stefano Pinciaroli di “PS” (Cerreto Guidi, Firenze) è andato il riconoscimento della Guida Gambero Rosso, con cui da quest’anno l’A.i.r.o. ha iniziato una speciale partnership. Miglior chef dell’olio 2021 è Kotaro Noda del “Bistrot 64” (Roma), mentre il premio per lo chef emergente è andato a Lorenzo Cantoni di “Al Canalicchio” (Canalicchio, Perugia).

Il premio per il miglior Pizzaiolo dell’Olio A.i.r.o. 2021 è andato a Francesco e Salvatore Salvo di “Salvo Pizzaioli” (Napoli) e a Domenico Felice di “Ti do una pizza” (Firenze). Il riconoscimento come miglior Oleoteca è stato assegnato a Sapord’olio (Roma), e I Frantoi come miglior emergente. Il titolo di miglior gelatiere per l’uso dell’Olio evo in gelateria è stato assegnato a  Vetulio Bondi (Firenze).