Home / Calabria / Primo piano / Nel Guaranà una cura per il diabete

Nel Guaranà una cura per il diabete

Il guaranà, una pianta che prende il nome dal popolo dei Guaranì originario dell’Amazzonia, fino a qualche anno fa era una pianta poco conosciuta nonostante possieda dei semi che ad oggi vengono largamente utilizzati soprattutto per la produzione di bevande e in alcune ricette gourmet. Secondo alcuni studi condotti di recente, proprio da questi semi potrebbe arrivare in futuro una risposta contro il diabete di tipo 2.

Uno studio condotto recentemente dall’Università di San Paolo del Brasile, ha analizzato in laboratorio come le catechine, sostanze bioattive che si trovano proprio nella pianta, potrebbero agire nel controllo glicemico del diabete 2, inibendo le attività degli enzimi alfa-glucosidasi e alfa-amilasi, entrambi responsabili del controllo glicemico. Saranno proprio questi semi a rappresentare l’inno0vazione i9n ambito medico scientifico per i pazienti diabetici?

«Con l’estratto di guaranà, ricco di catechine, l’attività enzimatica è risultata minore – commenta Cintia Pereira da Silva, ricercatrice che ha condotto l’analisi – nella ricerca realizzata su test in vitro, è stato notato che il guaranà riduceva e inibiva l’attività di questi enzimi per circa il 70%».

«L’inattivazione di questi enzimi – prosegue la ricercatrice – può essere una strategia per mantenere il controllo glicemico e quindi evitare complicazioni del diabete».