Home / Calabria / Primo piano / Musulupu d’Aspromonte, un formaggio prodotto come in antichità

Musulupu d’Aspromonte, un formaggio prodotto come in antichità

Il Musulupu d’Aspromonte è un formaggio da tavola di origine greco-albanese prodotto tra marzo e settembre nei paesi interni della Locride.

Secondo un’antichissima tradizione, la denominazione del Musulupu d’Aspromonte deriva dall’antica lingua grecanica parlata in queste zone della Locride, e la sua traduzione sarebbe ‘boccone del lupo’. Questo antichissimo formaggio viene prodotto all’interno delle ‘musulupare’, cioè stampi in legno in cui viene collocato il coagulo ottenuto dal latte.

Il Musulupu d’Aspromonte si ottiene dalla lavorazione del latte misto di pecore e capre allevate al pascolo, con aggiunta di caglio. Il coagulo viene rotto dopo circa un’ora, e deve raggiungere la dimensione di chicchi di riso. Dopo la sedimentazione, la cagliata viene trasferita direttamente nelle musulupare: qui viene attuata una leggera pressatura manuale per garantire lo spurgo dei residui.

Il Musulupu d’Aspromonte viene prodotto nei caseifici artigianali con metodi e strumenti artigianali antichissimi come caldaie, fornelli a gas e tavoli in legno.