Home / Calabria / Primo piano / More di gelso, frutti quasi dimenticati ricchi di proprietà benefiche

More di gelso, frutti quasi dimenticati ricchi di proprietà benefiche

Estremamente dolci e ottime da mangiare da sole o sotto forma di confettura o granita, le more di gelso sono una vera e propria miniera di benefici per l’organismo e per la pelle. Le tipologie più diffuse delle more di gelso sono la bianca e la nera, con le rispettive piante che hanno caratteristiche parzialmente diverse e frutti di un colore variabile dal bianco al nero-violaceo, ma la varietà maggiormente consumata è quella nera, facilmente reperibile in commercio e maggiormente utilizzata anche in pasticceria.

Le more di gelso, frutti succosi dalla forma allungata ma soprattutto molto delicati, sono un toccasana per la salute grazie soprattutto alle loro componenti fondamentali. Con un limitato apporto calorico e un alto contenuto di ferro, potassio, magnesio e vitamine C, B e K, i gelsi sono frutti molto indicati per chi segue diete dimagranti. Ricchi di sostanze antiossidanti come antocianine, flavonoidi e resvetarolo, questi piccoli frutti estivi molto ricercati hanno benefici anti-invecchiamento e antitumorali e aiutano a proteggere il cuore.

Le more di gelso sono molto succulente e sono simili alle comuni more di Rovo, ma si presentano con una forma oblunga.  La maturazione delle more di gelso avviene, a seconda delle varietà, da fine maggio, a tutto luglio in modo scalare.

Le more di gelso sono molto delicate ed è preferibile acquistarle fresche e consumarle subito o conservarle in frigo ma per non più di due giorni.