Home / articolo spalla laterale in evidenza / Le Ricette dei lettori / Miele cotto di fichi o melicottu: una delizia calabrese

Miele cotto di fichi o melicottu: una delizia calabrese

Il miele cotto di fichi è una golosità rigorosamente made in Calabria ricavata dalla cottura dei fichi. Il procedimento è un po’ lungo, ma con un po’ di pazienza otterrete un prodotto delizioso e genuino.

Il miele cotto di fichi, in dialetto calabrese definito milazzu o melicottu, viene impiegato sin dall’antichità per la realizzazione dei dolci natalizi tipici calabresi ma anche per realizzare la scirubetta, una ‘granita invernale’ antichissima, Scopriamo come realizzare il miele di fichi.

Miele cotto di fichi calabrese: ingredienti e procedimento

Ingredienti

5 kg di Fichi

5 lt Acqua

250 g Zucchero

Procedimento

Laviamo accuratamente i fichi e schiacciamoli direttamente in una pentola capiente, poi aggiungiamo l’acqua. I fichi dovranno essere schiacciati bene e dovranno essere ridotti in purea.

Portiamo a bollore la purea di fichi con l’acqua, lasciamo cuocere per almeno 40/ 50 minuti dal bollore.

Trascorso il tempo di cottura filtriamo il liquido in cui sono stati cotti i fichi mediante un colino e lasciamolo cuocere a fiamma alta, senza coperchio, per diverse ore, fino a che il liquido non si restringerà e diverrà di colore scuro. Quando il miele cotto sarà un po’ più ristretto, aggiungiamo lo zucchero. (per un prodotto più naturale possiamo ometterlo e allungare i tempi di cottura)

Il Miele cotto di fichi può essere conservato all’interno di vasetti di vetro con chiusura ermetica precedentemente sterilizzati