Home / articolo spalla laterale in evidenza / Le Ricette dei lettori / Marmellata di mandarini: la ricetta di una delizia ricca di vitamina C

Marmellata di mandarini: la ricetta di una delizia ricca di vitamina C

I mandarini appartengono a quella categoria di agrumi invernali ricchi di vitamina C e nutrienti, dolci e irresistibili da mangiare a crudo. Sin dal mese di novembre, i mandarini a fianco delle clementine e delle arance spopolano nei reparti di ortofrutta e sono tra i frutti più acquistati.

Negli ultimi anni, i mandarini come altre tipologie di agrumi rientrano tra gli ingredienti della cucina gourmet soprattutto a fianco di secondi sia di carne sia di pesce e, immancabilmente, come base per diverse tipologie di dessert.

La ricetta di cui parleremo oggi ci consentirà di poter gustare i mandarini anche nel periodo estivo, periodo in cui è molto difficile poterli acquistare, sottoforma di marmellata utilissima per realizzare dolci, occhi di bue o crostate o semplicemente da mangiare a colazione.

Marmellata di mandarini: la ricetta

Ingredienti:

  • 2 kg di mandarini
  • 500 ml di acqua
  • 1 kg di zucchero
  • 1 pizzico di cannella

Occorrente: vasetti in vetro e tappi sterilizzati

Una pentola capiente, un frullatore ad immersione

Procedimento:

  1. Dopo aver sterilizzato i vasetti e i relativi coperchi, sciacquiamo accuratamente i mandarini sotto acqua corrente e asciughiamoli con un panno asciutto.
  2. Sbucciamo i mandarini e riponiamoli all’interno della pentola che useremo per la cottura della nostra marmellata, tritiamo al coltello alcune bucce e riponiamole con i mandarini all’interno della casseruola.
  3. Aggiungiamo l’acqua, lo zucchero e un pizzico di cannella e poniamo la pentola sul fuoco.
  4. La nostra marmellata cuocerà per circa un’ora a seguire dal bollore, a fiamma viva.
  5. Una volta terminato il tempo di cottura frulliamo con un frullatore ad immersione il composto e cuociamolo per circa 20 minuti.
  6. Quando il composto sarà denso, spegniamo la fiamma.
  7. Riempiamo i nostri barattoli, sigilliamoli e riponiamoli a testa in giù sino al raffreddamento.

La confettura è pronta per essere gustata o per diventare la farcia di crostate e biscotti.

I barattoli, una volta aperti andranno riposti in frigo.