Home / News / Lo chef stellato Pino Cuttaia realizza pane e conserve per i più bisognosi

Lo chef stellato Pino Cuttaia realizza pane e conserve per i più bisognosi

Nonostante la quarantena imposta dall’emergenza derivata dalla pandemia da coronavirus, prosegue l’estro creativo dello chef stellato di Licata, Pino Cuttaia.

Lo chef, come altri suoi colleghi, ha temporaneamente chiuso il suo ristorante ‘La Madia’ e la sua bottega ‘Uovodiseppia’, ma in contemporanea ha annunciato che si sta dedicando alla produzione di pane, da donare a clienti, amici, persone bisognose.

Pino Cuttaia continua, cucinare per gli altri prodotti semplici come pane, conserve di favette, finocchietto ed erbe selvatiche con l’obiettivo di raggiungere le tavole di chi ne ha bisogno, da Sud a Nord dell’Italia.

“Un momento cruciale come questo – dichiara lo chef- offre l’opportunità per recuperare conoscenze e abitudini dimenticate. Così il semplice gesto di panificare acquista significati nobili, unendo la necessità primaria di sfamarsi alla solidarietà, in accordo con quella che è sempre stata la filosofia di Pino Cuttaia: la passione per la cucina intesa come volontà di far star bene gli altri. Ogni giorno dieci chili di grano antico siciliano diventano, grazie a questo rituale ereditato dalla nonna, ottime pagnotte destinate alle tavole di clienti e amici, come “segnale di vicinanza in un momento di isolamento obbligato”.

Pino Cuttaia è inoltre fra gli ideatori e promotori di una raccolta fondi a sostegno degli ospedali della provincia di Agrigento, avviata sulla piattaforma GoFundMe. L’iniziativa ‘Sostegno ospedali della provincia di Agrigento’ vede fra i promotori anche Lello Analfino (cantautore e frontman dei Tinturia), Piero Barone (cantante de Il Volo), Sergio Friscia (attore e presentatore), Gianfranco Jannuzzo (attore), Daniele Magro (cantautore) e Silvio Schembri (giornalista de Le Iene).