Home / Eventi enogastronomici / L’enogastronomia calabrese diventa internazionale con il “Wine e Travel Italy”

L’enogastronomia calabrese diventa internazionale con il “Wine e Travel Italy”

Reggio Calabria – Importante taglio del nastro presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria dove è stato presentato qualche giorno fa il “Wine e Travel Italy”, progetto della Camera di Commercio Italiana in Canada (CCIC) che per la prima volta punta il proprio sguardo sulla Regione Calabria.

Una mission speciale il Wine e Travel Italy, che guarda al nostro territorio con azioni mirate alla valorizzazione delle produzioni del settore enologico calabrese all’estero, specie nel Nord America, e promuove la Calabria come nuova destinazione del turismo enogastronomico.

130 cantine calabresi aderiscono con entusiasmo all’iniziativa

Il  Wine e Travel Italy è stato presentato presso la sala Paolo Orsi del MArRc, una location importante che sottolinea come il vino calabrese sia presente nella storia della nostra terra fin dall’antichità. L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo dalle aziende vitivinicole calabresi: sono oltre 130 le cantine che hanno aderito alle tre manifestazioni d’interesse. Entusiasmo condiviso anche da Jacques Orhon, giornalista e sommelier franco-canadese che ha fatto conoscere al Canada l’eccellenza vitivinicola del nostro Paese, scelto dalla CCIC non solo come guida esperta ma come influencer del progetto.

L’iniziativa è stata presentata da Paola Aloe, funzionario del settore internazionalizzazione della Regione Calabria; Ruggiera Sarcina, Direttrice Italia Camera di Commercio Italiana in Canada; Carmelo Malacrino, Direttore Museo Archeologico Reggio Calabria; Jacques Orhon, scrittore, sommelier e formatore; Antonino Tramontana Presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria; Giovanni Benvenuto, Amministratore Delegato Cantine Benvenuto e Gennaro Convertino, Presidente Enoteca Casa dei Vini di Calabria.

Gli obiettivi del “Wine e Travel Italy”

Uno degli obiettivi di “Wine e travel Italy”è quello di organizzare degli incontri tra i tour operator che lavorano fra il Canada e la Calabria e le aziende del territorio che producono vino con l’obiettivo di avviare le attività di promozione territoriale subito dopo l’estate.

«Con la Camera di Commercio italiana in Canada si è creata una sinergia che permette di dare vita ad un’ampia progettualità per uno dei settori più identitari del nostro territorio – ha spiegato Paola Aloe, funzionario del settore internazionalizzazione della Regione Calabria – Grazie alla consulenza e alla competenza di Jacques Orhon è stata già avviata una prima fase di conoscenza delle cantine calabresi che permetterà uno sviluppo di percorsi turistici in questa direzione».