Home / Notizie / La Birra Messina ritorna in Sicilia: Heineken e operai salvano l’azienda

La Birra Messina ritorna in Sicilia: Heineken e operai salvano l’azienda

La “Cooperativa Birrificio Messina” e Heineken, in collaborazione hanno realizzato quello che da anni era il sogno nel cassetto della Sicilia e di tutti i siciliani: riportare a casa la storica “Birra Messina”, con una nuova ricetta speciale ai cristalli di sale che risalta tutto il sapore vero della birra siciliana.

La rinascita dei 15 operai

Nel 2011 i nuovi proprietari del Birrificio Messina avevano annunciato la chiusura dello stabilimento e ben 41 dipendenti erano stati licenziati. Un anno e mezzo dopo, dopo sit in di protesta e appostamenti da parte degli operai, arriva la svolta: nel 2013, 15 operai dei 41 in protesta, consapevoli di saper fare la birra e con passione, hanno deciso di investire il proprio TFR per risollevare le sorti del “Birrificio Messina” e fondare la Cooperativa denominata “Cooperativa Birrificio Messina” in onore della loro rinascita grazie proprio a questa birra.

Grazie al sostegno della “Fondazione di Comunità di Messina”, nel 2016 il nuovo stabilimento nella zona di Asi di Larderia, avvia la produzione della “Birra dello Stretto” e della “DOC 15”.

Attualmente, oltre ai 15 soci fondatori, nello stabilimento lavorano cinque giovani, tutti figli dei proprietari, come Giuseppe, 27 enne che ha seguito la strada di papà Mimmo e si occupa di preparare le ricette nella sala cottura.

La nuova“Birra Messina Cristalli di Sale” viene prodotta nei quantitativi compatibili con il massimo potenziamento possibile della capacità del birrificio , quindi 25mila ettolitri ogni anno, dai soci della Cooperativa.

La restante parte viene prodotta a Massafra, in provincia di Taranto, dove viene realizzata la “Birra Messina” .

L’accordo di partnership durerà cinque anni e prevede la distribuzione, in tutta Italia, sia della nuova “bionda” che delle altre birre dei 15 dipendenti.