Home / Prodotti tipici / In Calabria l’inverno è dolcissimo con le Clementine di Calabria IGP

In Calabria l’inverno è dolcissimo con le Clementine di Calabria IGP

La Calabria oltre ad essere rinomata per la vasta produzione di salumi e formaggi e per la ‘Nduja, è anche conosciuta a livello nazionale e internazionale per la produzione di agrumi ed in particolare per le Clementine di Calabria IGP.

Dolci e succose, le Clementine di Calabria IGP sono tra gli agrumi più venduti dopo le arance e circa un quarto della produzione nazionale di agrumi proviene dalla Calabria. Le Clementine di Calabria IGP vengono coltivate nella provincia di Cosenza e ad oggi sono tra gli agrumi calabresi più richiesti a livello nazionale.

Le Clementine nascono dall’ibridazione tra un mandarino avana e un arancio amaro. Secondo alcune ricostruzioni la loro nascita sarebbe puramente casuale e risalirebbe al 1898 a seguito di un innesto effettuato da padre Clément Rodier. Le “Clementine di Calabria”, il cui nome scientifico è Citrus x Clementina, sono state iscritte nel Registro delle IGP con Reg. 2325/97 della Commissione del 24/11/1997. Il Consorzio per la Tutela della IGP Clementine di Calabria è stato istituito con atto del 29/11/1998.

Le Clementine di Calabria IGP vengono raccolte nel periodo che va dal mese di ottobre al mese di febbraio; la zona di produzione comprende la Piana di Sibari e Corigliano nel cosentino, la Piana di Lamezia nel catanzarese, la Piana di Gioia Tauro-Rosarno e la Locride nel reggino, ed in particolare i comuni di Cassano Jonio, Castrovillari, Corigliano Calabro, Crosia, Francavilla Marittima, San Lorenzo del Vallo, Spezzano Albanese, Terranova da Sibari, Trebisacce, Vaccarizzo Albanese, Rossano, Saracena, Cariati, Calopezzati, S. Demetrio Corona, San Giorgio Albanese.