Home / News / Fase 2: 1 italiano su 3 compra cibo Take Away

Fase 2: 1 italiano su 3 compra cibo Take Away

Dalla colazione all’italiana con l’immancabile caffè e cornetto all’insalata salutare per pranzo, sino al pollo con patate o alla pizza da riportare a casa per cena: con la Fase 2 ritornano i piatti che ‘salvano’ i pranzi e le cena di più di 1 italiano su 3 o di chi, dopo aver cucinato per tutta la durata della quarantena, ha deciso di spegnere i fornelli per un pasto e acquistare cibo take away.

Coldiretti, sottolinea che la Fase 2 dell’emergenza coronavirus è segnata dal ‘via libera’ ai cibi per asporto, una modalità particolarmente significativa per la ripresa del lavoro di 4,4 milioni di italiani. L’ opportunità è stata colta da molte strutture localizzate in prossimità di stazioni ferroviarie, bus, uffici e imprese che si sono attrezzate per offrire il servizio in sicurezza ed evitare affollamenti.

Da quando è cominciata la pandemia in Italia, stima la Coldiretti, il 57% delle aziende agricole ha registrato una diminuzione dell’attività con un impatto che varia da settore a settore con picchi anche del 100%, come per l’agriturismo.