Home / Calabria / Primo piano / Estate 2020: crollano le vendite di gelato artigianale

Estate 2020: crollano le vendite di gelato artigianale

Nonostante l’arrivo del caldo e della piena estate ‘sbocciata’ oramai da nord a sud, sembra non essere decollato il consumo di quello che è sempre stato il simbolo dell’estate: il gelato artigianale. L’Italia detiene la leadership mondiale nella produzione di gelato artigianale sia nel numero di punti vendita che per fatturato, ma nonostante ciò sembra che alcuni fattori fondamentali abbiano inciso sulla vendita in maniera quasi drastica.

In Italia attualmente si registra un calo del 20% a riguardo delle vendite di gelato, e questo probabilmente potrebbe essere la conseguenza dell’assenza di turisti data la precedente emergenza Covid, ma anche del maltempo che ha investito l’Italia.

Secondo quanto affermato da Coldiretti, nel mese di giugno sono mancati 10 milioni di turisti italiani e stranieri in Italia, e questo ha avuto un forte impatto soprattutto sul settore della ristorazione e, di conseguenza, sulla vendita di gelato artigianale, prodotto italiano d’eccellenza.

“La situazione è preoccupante – si legge in una nota di Coldiretti – considerato che per la produzione delle 39 mila gelaterie presenti in Italia sono occupati 74 mila lavoratori e vengono utilizzati 220 milioni di litri di latte, 64 milioni di chili di zuccheri, 21 milioni di chili di frutta fresca e 29 milioni di chili di altri prodotti; il tutto con un evidente impatto sulle imprese fornitrici impegnate a garantire ingredienti di qualità”.