Home / Eventi enogastronomici / E’ ufficiale, Vinitaly rinviato ad aprile 2021

E’ ufficiale, Vinitaly rinviato ad aprile 2021

È arrivata l’ufficialità anche per quanto riguarda il Vinitaly di Verona: la grande rassegna del vino non si terrà quest’anno, ma è stata posticipata al 2021, dal 18 al 21 aprile. La decisione del rinvio conseguente all’emergenza Coronavirus è stata decretata dal cda di Veronafiere, a causa dell’allerta sanitaria. Nelle scorse settimane era stato deciso di rinviare a giugno la 54/a edizione di Vinitaly, ma data la situazione in cui versa il paese il rinvio è slittato in definita al 2021.

“Il perdurare dell’emergenza coronavirus a livello nazionale – ha spiegato il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese – e la più recente propagazione dello stesso a livello europeo, oltre al susseguirsi dei decreti urgenti della presidenza del Consiglio dei ministri hanno reso improcrastinabili alcune decisioni, per questo oggi il cda si è riunito in veste straordinaria per la ridefinizione di obiettivi, strategie e investimenti per la messa in sicurezza dei prodotti, al servizio della propria clientela e del business dei settori correlati”.

“In accordo con le organizzazioni di filiera, Vinitaly, Sol&Agrifood ed Enolitech – ha spiegato il direttore generale Giovanni Mantovani – si spostano quindi al prossimo anno. Per questo, oltre a lavorare sugli eventi internazionali, con investimenti straordinari, Vinitaly Chengdu, Vinitaly China Road Show, Wine South America, Vinitaly Russia, Wine To Asia e le iniziative della Vinitaly International Academy, Veronafiere si mette a disposizione del settore e del sistema della promozione per considerare la realizzazione di un evento innovativo il prossimo autunno a servizio delle aziende”.