Home / Calabria / Primo piano / Divina Colomba: premiata la ‘Miglior colomba tradizionale’

Divina Colomba: premiata la ‘Miglior colomba tradizionale’

E’ giunta al termine la terza edizione di ‘Divina Colomba’, contest gastronomico che ha premiato la migliore colomba del 2021. Sul podio del contest, un pasticcere di Faenza  (Ravenna) e uno di Molfetta (Bari). Le premiazioni della finale sono andate in onda in diretta streaming su Facebook.

Divina Colomba, concorso organizzato da Goloasi.it (portale delle pasticcerie e delle gelaterie) con lo scopo di valorizzare la produzione artigianale del dolce tipico pasquale, quest’anno è giunto alla sua terza edizione e ha visto la partecipazione di pasticceri provenienti da tutta Italia.

Ad aggiudicarsi la vittoria nella categoria “Miglior Colomba Tradizionale” è stata la colomba di Sebastiano Caridi della Pasticceria Sebastiano Caridi (Faenza-Ravenna), seguita al secondo posto da quella di Nicola Ferrarini della Forneria Ferrarini (Pavone del Mella – Brescia) e al terzo da quella di Gian Piero Loddo de La Dolce Vita (Ghilarza – Oristano).

Nella categoria “Miglior Colomba Creativa”, invece, ad aggiudicarsi il primo gradino del podio è stato il lievitato di Salvatore Verdesca di Spazio Verdesca Pane e Caffè (Molfetta – Bari), seguito da quello di Antonio Caputo Pasticcere (Altamura – Bari) e da quello di Alessandro Mangione di Spiga D’Oro Bakery (Roma).

“Le colombe finaliste- si legge in una nota- sono state valutate da una giuria tecnica sulla base del rispetto del disciplinare (Decreto 22 luglio 2005 Disciplina della produzione e della vendita di taluni prodotti dolciari da forno. Gu n. 177 del 1-8-2005) e del regolamento del concorso, che prevede l’utilizzo esclusivamente di lievito madre e canditi senza anidride solforosa e proibisce l’uso di conservanti, emulsionanti, mono e di gliceridi, oltre a coloranti o aromi artificiali. La terza edizione di “Divina Colomba” ha premiato anche un lievitato per ogni categoria dalla giuria popolare, che ha selezionato quello di Lorenzo La Medica del Panificio Mulara (Barrafranca – Enna) come “Miglior Colomba Tradizionale”, quello di Antonio Caputo Pasticcere (Altamura – Bari) come “Miglior Colomba Creativa”.