Home / Calabria / Primo piano / Diamante, la ‘Perla del Tirreno’ raccontata attraverso il suo patrimonio culinario

Diamante, la ‘Perla del Tirreno’ raccontata attraverso il suo patrimonio culinario

La Calabria possiede, oltre a paesaggi mozzafiato e antichissimi borghi da visitare, un vastissimo patrimonio enogastronomico, vanto a livello nazionale. Ogni luogo della Calabria, attraverso il cibo, le tradizioni e i caratteristici scorci, racconta la sua storia e oggi, attraverso le perle gastronomiche di questa piccola località vi raccontiamo Diamante.

Diamante è posta al centro della Riviera dei Cedri, località così denominata proprio per la diffusa e rinomata coltivazione della varietà Cedro liscio Diamante. Diamante è da sempre conosciuta come la ‘Perla del Tirreno’ ed è impossibile non trascorrere una giornata qui almeno una volta nella vita. Nota per i suoi murales (300 opere d’arte sui muri del centro storico) Diamante è posta su un promontorio roccioso incuneato in un mare cristallino e sabbia finissima e chiara.

Diamante è uno dei più antichi borghi marinari della Calabria e gran parte della cucina tipica locale è, molta a base di pesce. Durante un pranzo a Diamante è impossibile non assaggiare le ‘alici chiini’ (alici che avvolgono un ripieno delizioso); la frittura di ‘paranza‘; la cernia alla diamantese cotta rigorosamente al forno con pomodoro, olive e capperi; le ‘pitticelle’ di rosamarina; la rosamarina con il pepe e le alici conservate sotto sale e peperoncino in recipienti denominati ‘cugnitti’.

Come sopracitato, Diamante è posta al centro della riviera dei cedri motivo per cui anche il Cedro è presente all’interno del patrimonio culinario del luogo. Gli amanti del Cedro, al termine di un pranzo o di una cena a Diamante potranno assaporare tutta la bontà di questo agrume raccontata dal liquore al cedro, dal cedro candito o dai ‘panicilli’, acini di uvetta aromatizzata avvolti nelle foglie di cedro e poi cotti in forno a bassa temperatura.

Diamante è una località molto rinomata in quanto, per eccellenza, ‘Città del Peperoncino’. Qui ha sede l’omonima Accademia che ogni anno, dal 1992, organizza il Peperoncino Festival che anche quest’anno si svolgerà a settembre.