Home / Calabria / Crotone in tavola: un viaggio culinario dall’antipasto al dessert

Crotone in tavola: un viaggio culinario dall’antipasto al dessert

La Calabria è una terra meravigliosa non solo dal punto di vista storico e paesaggistico, ma anche dal punto di vista culinario. Il panorama culinario calabrese è vastissimo e molte preparazioni, come nel resto d’Italia, variano da città a città.

Oggi approfondiremo il ‘lato culinario’ della bella Crotone e parleremo dei piatti tipici di questa splendida città calabrese.

Crotone in tavola: i piatti da non perdere

Un turista che decide di trascorrere una vacanza a Crotone e decide di ‘assaporare’ la città non può sicuramente non assaggiare il rinomato pane di Cutro, prodotto a Cutro (un paese dell’entroterra, famoso in tutta la provincia per la bontà delle sue farine). Questo pane viene realizzato con un’alta percentuale di farina di grano duro e farina di grano tenero ed è annoverato tra i tipi di pane migliori d’Italia.

Aperitivo spezza- fame? E’ d’obbligo assaggiare il famoso ‘Crostino cu a’ Sardella piccant conzata ccù ogghju e cipoll i’Tropeia’, ovvero un crostino di pane condito con sardella piccante, olio e cipolla rossa di Tropea. In alternativa, è usanza tipica dei crotonesi stupire i propri ospiti anche con crostini con pummadori sicchi, pipi salati, funci all’ogghio, o alivi scacciati.

Terminato l’aperitivo spezza fame, dopo una lunga passeggiata un turista può concedersi qualche altro peccato di gola a cena iniziando dall’antipasto a base di:pecorino Crotonese DOP,  ricotta affumicata con legno di uliveti e aranceti, Caciocavallo di Ciminà e Vrasciole, da mangiare rigorosamente calde.

Un primo piatto che merita di essere assaggiato sono i Cavatelli o cavateddri, gnocchetti di pasta fresca preparata con farina di grano duro, acqua e sale. Solitamente vengono serviti con un ragù di carne suina e salsiccia crotonese.

Tra i secondi piatti, merita di essere assaggiata la salsiccia di maiale, delicata e leggermente speziata e cotta sulla brace.

Per quanto riguarda i dolci, a Crotone vi è ampia scelta: dalle “cuzzupe” alle “pitte“, sino ai “crustuli” e ai “tardiddri”, queste delizie antichissime delizieranno il vostro palato.

Un buon pasto va sempre accompagnato da un buon vino, e n questo caso bisogna annoverare il vino Cirò , il primo vino calabrese ad ottenere il riconoscimento Doc, prodotte nelle tre diverse tipologie di rosso, rosato e bianco.