Home / Calabria / Primo piano / Covid-19 e Capperi di Salina: nella quercetina una risposta

Covid-19 e Capperi di Salina: nella quercetina una risposta

È stata pubblicata di recente, sull‘ International Journal of Biological Macromolecules, un’innovativa scoperta riguardante la quercetina, contenuta in vegetali comuni come capperi, cipolla rossa e radicchio ed in grado di destabilizzare una delle proteine fondamentali per la replicazione del virus Covid19. Il presidente degli albergatori di Salina, Giuseppe Siracusano, ha commentato “il cappero ci salverà”.

L’innovativa scoperta resa pubblica solo qualche giorno fa ha reso incontenibile l’esultanza degli abitanti delle isole Eolie, località che gode di grandi coltivazioni di capperi che dalle varie aziende sparse, soprattutto tra Lipari e Salina, vengono esportati in tutto il mondo.

L’Unione Europea, di recente, ha riconosciuto la Denominazione di origine protetta per il verde bocciolo eoliano, accogliendo l’istanza dell’associazione “Cappero delle isole Eolie Dop”, presieduta dal liparoto Aldo Natoli che, in seguito alla scoperta resa nota, ha previsto un vero e proprio “boom” di richieste.