Home / Calabria / Primo piano / Colomba pasquale: conosciamo la sua storia?

Colomba pasquale: conosciamo la sua storia?

La colomba pasquale è un dolce tipico italiano simbolo delle Pasqua e immancabile durante il pranzo di Pasqua e Pasquetta a fianco di uova al cioccolato e prelibatezze regionali.

La colomba pasquale è un dolce realizzato con pasta lievitata le cui origini sarebbero molto antiche, seppur con il nome colomba pasquale ci si riferisce propriamente all’idea commerciale risalente agli anni trenta, quando alla Motta, azienda dolciaria già nota per i suoi panettoni, ebbero l’intuizione di creare un dolce pasquale simile a quello natalizio, in modo da usare gli stessi macchinari, ma anche gli stessi ingredienti, non solo nel periodo di Natale.

Molti degli ingredienti della colomba e del panettone classici sono infatti gli stessi: farina, uova, burro o altri grassi, zucchero, lievito, arance candite. La colomba, a differenza del panettone ha una copertura di mandorle e glassa di zucchero.

La colomba pasquale tra storia e leggenda

Facendo un passo indietro possiamo risalire a quelli che sarebbero i natali del dolce: una prima storia della colomba pasquale lega il dolce al re dei longobardi Alboino il quale dopo tre anni di assedio alla vigilia di Pasqua del 572 conquistò Pavia risparmiando però la città dal saccheggio perché tra i regali ricevuti c’erano degli squisiti pani dolci preparati a forma di colomba, nell’immaginario cristiano-cattolico simbolo universale di pace.

Un’altra storia leggendaria della colomba posticipa le sue origini a diversi secoli dopo, quando l’imperatore Federico Barbarossa venne sconfitto dalla Lega dei comuni lombardi. Secondo questa versione la colomba pasquale sarebbe nata per volontà di un condottiero della Lega dei comuni lombardi che in onore della vittoria fece preparare dei pani speciali a forma di colomba per omaggiare le tre colombe che nel corso della dura battaglia avevano “vegliato” sulle insegne della Lega dei comuni.