Home / Calabria / Primo piano / Coldiretti: 1 milione di italiani a cena nelle Regioni gialle

Coldiretti: 1 milione di italiani a cena nelle Regioni gialle

Dopo il passaggio di alcune Regioni in zona gialla e nonostante le temperature rigide, circa 1 milione di italiani hanno scelto mangiare a cena fuori, nonostante i limiti fissati dal coprifuoco alle 22: questo è’ quanto stima Coldiretti sugli effetti dell’entrata in vigore del decreto anti-Covid dal 26 aprile.

La possibilità di un pranzo o una cena fuori casa è stata resa possibile dai quasi 140 mila bar, ristoranti, pizzerie e agriturismi con attività all’aperto presenti nelle regioni gialle dove è tornato il servizio al tavolo, all’esterno anche a cena, ma non quello al bancone interno per i bar.

“Le maggiori difficoltà – si legge in una nota di Coldiretti – si registrano nei centri urbani stretti tra traffico ed asfalto, mentre nelle campagne ci si è organizzati per offrire agli ospiti degli agriturismi la possibilità di cenare sotto gli uliveti in mezzo alle vigne. A preoccupare tutti è invece il limite fissato per il coprifuoco alle 22 – ricorda l’associazione – perché gli agriturismi sono situati nelle aree rurali e ci vuole tempo per raggiungerli dalle città”.

Secondo un sondaggio della Coldiretti, le riaperture sono indicate come priorità da quasi un italiano su tre che desidera tornare in pub, ristoranti e agriturismi per trascorrere momenti conviviali a tavola.