Home / articolo spalla laterale in evidenza / Le Ricette dei lettori / Biancomangiare: un dessert antichissimo dal cuore siciliano

Biancomangiare: un dessert antichissimo dal cuore siciliano

Il biancomangiare è un tipico dessert siciliano antichissimo, fresco e amato da grandi e bambini. Questo dolce dal cuore siciliano è un dessert al cucchiaio di origine povera, semplice da realizzare ed estremamente delicato e profumato.

Il biancomangiare siciliano, una volta freddo, ha la consistenza di un budino e viene spesso servito con un pizzico di cannella, o riccioli di cioccolato oppure granella di pistacchio.

Biancomangiare: ingredienti e procedimento

500 ml Latte intero

100 g Zucchero semolato

50 g Amido di mais (maizena)

Scorza di limone

vanillina

Per guarnire il dolce

q.b. Cioccolato fondente

q.b. Codette colorate

Procedimento

Iniziate mettendo 350 ml di latte in un tegame assieme allo zucchero, alla vanillina e alla scorza di limone, Ponete il tegame sul fuoco portatelo a ebollizione.

Sciogliete la maizena nel restante latte freddo rimasto e mescolate energicamente con un cucchiaino finché non si sarà sciolta del tutto.

Non appena il latte avrà raggiunto l’ebollizione versatevi la maizena sciolta e mescolate.

Eliminate la scorza di limone e cuocete il biancomangiare siciliano a fuoco dolce per 4-5 minuti, mescolando sempre affinché non si formino grumi.

Quando il composto si sarà addensato spegnete il fuoco, suddividetelo in 4 stampini e ponete in frigorifero per 3-4 ore.

Quando il biancomangiare siciliano si sarà sufficientemente indurito, capovolgete gli stampini sul piatto di portata e sformateli delicatamente.

Decorate ogni budino con codette colorate e riccioli di cioccolato