Home / Calabria / Primo piano / Assocarni si scaglia contro la dicitura ‘Hamburger’ per prodotto vegani

Assocarni si scaglia contro la dicitura ‘Hamburger’ per prodotto vegani

L’hamburger come ben noto nasce come secondo piatto di carne e trasformarlo in ‘vegano’ o ‘vegetariano’ sarebbe come trasformare un’insalata in una bistecca: strano. A proposito del binomio Hamburger vegetale si è scagliato Assocarni che ha precisato: “Nessuno chiamerebbe un hamburger insalata di carne, allora non si capisce perché vogliamo chiamare hamburger un prodotto che ha, sì, una lunga lista di ingredienti, ma neppure un grammo di carne”.

Il presidente di Assocarni, Luigi Scordamaglia, ha voluto mettere in evidenza la posizione del settore zootecnico italiano e europeo rispetto alla discussione in corso a Bruxelles sulla possibilità di usare le denominazioni proprie della carne anche per prodotti vegani sottolineando che questa sarebbe una pratica scorretta nei confronti del consumatore.

“Un’appropriazione culturale scorretta e pericolosa nei confronti del consumatore – spiega tramite una nota Scordamaglia – chiamare bistecca o salsiccia quello che non lo è, non solo significa usurpare il grande patrimonio di tradizione e know how del settore, ma anche indurre chi acquista a pensare di trovarsi davanti a prodotti equivalenti, anche dal punto di vista nutrizionale, ma così non è”.

Scordamaglia in conclusione ha sottolineato che il consumatore quando acquista deve trovarsi dinnanzi ad una scelta chiara e trasparente e che le diciture sopraelencate spesso vengono usate solo ed esclusivamente a favore del profitto delle multinazionali.