Home / Calabria / Primo piano / Anguria: uno studio rivela le sue proprietà benefiche

Anguria: uno studio rivela le sue proprietà benefiche

L’anguria è indubbiamente la regina della tavola estiva, ed è oltretutto tra i frutti estivi preferiti tanto dagli adulti quanto dai bambini, ma sappiamo perché? L’anguria piace perché succosa e rinfrescante, ma quali proprietà si nascondono dietro tanta dolcezza? Una combinazione di nutrienti dell’anguria la rende speciale secondo gli esperti dell’American Heart Association, che le hanno dedicato un approfondimento scientifico.

L’anguria è una ricca fonte di minerali come potassio e magnesio, una buona fonte di vitamine C e A (più beta carotene, che aiuta a produrre vitamina A) e ha discrete quantità di vitamine B1, B5 e B6. Tutto questo con un apporto calorico molto basso (mangiandone il contenuto di una coppetta appena 46 calorie). E’ detta anche melone d’acqua,l’anguria contiene circa il 92% di acqua. Dove questo frutto spicca davvero è nella sua concentrazione di alcuni antiossidanti, che regolano i radicali liberi dannosi per le cellule nel corpo.

Il licopene, che conferisce all’anguria il suo colore rossastro, è uno di quegli antiossidanti, insieme alle vitamine C e A. Funziona anche come antinfiammatorio ed è stato collegato a un minor rischio di ictus. È più abbondante nei prodotti a base di pomodoro cotto, ma i livelli di licopene dell’anguria sono circa il 40% superiori invece a quelli dei pomodori crudi.

L’anguria contiene anche glutatione, che Tim Allerton, ricercatore del Pennington Biomedical Research Center della Louisiana State University a Baton Rouge definisce un “antiossidante globale e versatile”. È inoltre ricca di un amminoacido chiamato citrullina, che è stato al centro della ricerca di Allerton. Anche se ha zucchero naturale e un alto indice glicemico, l’anguria ha un basso carico glicemico, è ciò significa che il suo effetto sulla glicemia è molto basso.