Home / News / Agriturismo: 24mila aziende al collasso, Cia avanza richieste al Governo

Agriturismo: 24mila aziende al collasso, Cia avanza richieste al Governo

Salvare in extremis dal rischio collasso 24mila aziende del settore agriturismo e 100 mila addetti: la proposta è stata effettuata da Cia Agricoltori Italiani che ha avanzato nei confronti del Governo chiare richieste per la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus.

inserimento di nuove misure economiche come ad esempio buoni per le famiglie da spendere in strutture agrituristiche italiane, questo è quanto richiesto da Cia Agricoltori Italiani schieratasi nella lotta a favore soprattutto degli agriturismi italiani, colpiti profondamente dall’emergenza Coronavirus.

Cia e la sua Associazione Turismo Verde, ha sottolineato quanto sia necessario che le istituzioni puntino, “ora più che mai, sul rilancio del turismo rurale e del”enoturismo”.

“Incentivare la presenza dei bambini da 3 a 14 anni in centri estivi organizzati presso le fattorie didattiche, fornendo coupon alle famiglie” è un’altra richiesta avanzata da Cia Agricoltori che ha aggiunto: “la ripartenza deve guardare alle piccole e medie imprese italiane, alle famiglie e ai più piccoli, alle aree interne di questo Paese e al loro grande potenziale”.