Home / Prodotti tipici / Aglio di Papaglionti: un prodotto rigorosamente Made in Calabria

Aglio di Papaglionti: un prodotto rigorosamente Made in Calabria

La Calabria vanta un vasto paniere ricco di prodotti tipici rinomati e sempre più richiesti a livello nazionale, e tra questi spicca l’aglio di Papaglionti, anticamente largamente usato per la realizzazione di ricette tipiche calabresi ma ad oggi per molti sconosciuto.

L’Aglio di Papaglionti deve la sua denominazione alla frazione del comune di Zungri, provincia di Vibo Valentia, luogo dove viene prodotto in grandi quantità sin dai tempi più antichi. Il bulbo è composto di vari spicchi (bulbilli), racchiusi in tuniche membranose di colore rosso, il gusto è piccante, fortemente aromatico. Tra le peculiarità di questa tipologia di aglio calabrese va sicuramente annoverato l’alto contenuto di solfuro d’allile e antiossidanti, presenti abbondantemente rispetto alle quantità contenute in altre tipologie di aglio.

L’Aglio di Papaglionti cresce su terreni leggeri, in un clima temperato e asciutto. Solitamente sono due i periodi di raccolta, gennaio-febbraio e giugno-luglio. L’utilizzo in cucina, ovviamente, ricalca quello legato al ‘classico’ aglio, dividendo quindi i buongustai tra chi lo considera irrinunciabile e chi ne critica la pesantezza.

L’aglio viene utilizzato in diversi piatti a base di verdure, di pesce, di carne, di pasta (la celebre ‘aglio, olio extra vergine d’oliva e peperoncino’), nelle salse, nel ragù, nelle pizze, nella bruschetta.