Home / Calabria / Primo piano / A Papa Francesco un dono dalla Conpait: il Bergamotto di Reggio Calabria

A Papa Francesco un dono dalla Conpait: il Bergamotto di Reggio Calabria

Alcuni giorni fa, la Confederazione dei Pasticceri italiani (Conpait) ha preso parte all’udienza di Papa Francesco. L’obiettivo? addolcire le prediche del Pontefice che si è occupato della perdita del senso della vita che minaccia le popolazioni dei Paesi sviluppati, “ipocritamente impegnati a parlare di pace mentre vendono ordigni bellici“.

Durante la catechesi dell’udienza del mercoledì, il Papa ha ribadito la sua ferma condanna nei confronti delle armi nucleari. Tra i temi toccati da Bergoglio anche un appello ad incrementare l’impegno contro lo sfruttamento di donne e minori.

Ad addolcire il momento di riflessione ci ha pensato Conpait, con lo Chef Pasticcere e Maestro Cioccolatiere di Reggio Calabria Angelo Musolino Presidente Nazionale e proprietario del Bar Pasticceria La Mimosa.

Davide Destefano, titolare della nota gelateria Cesare sul Lungomare di Reggio Calabria: “è stata un’emozione grandissima poter vedere il Santo Padre così da vicino insieme a tutti i colleghi, sentimento che ha raggiunto l’apice quando il nostro presidente Angelo Musolino ha donato al Papa i dolci reggini e il bergamotto di Reggio Calabria, principe mondiale degli agrumi che il sommo pontefice ha tenuto in mano apprezzando il suo profumo. La nostra emozione è stata alimentata anche dal ritmo della tarantella in organetto e tamburello improvvisata da Valentina Donato e Fortunato Stillittano di “progetto tarantelle” e l’orgoglio di rispondere al Santo Padre che chiedeva di dove fossimo: “Reggio Calabria!!!!!!”, perché cibo e musica sono elementi identitari che ci rappresentano per le nostre positività .