Home / Notizie / Primo piano / Slow Food e FAO per la Giornata Mondiale dell’Alimentazione

Slow Food e FAO per la Giornata Mondiale dell’Alimentazione

Mercoledì 16 ottobre, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, la FAO invita la popolazione a fare in modo che una dieta sana e sostenibile sia accessibile a tutti.

Proprio nella giornata di ieri, è stato inoltre reso pubblico il rapporto SOFA 2019 (State of Food and Agriculture), in cui si mette in evidenza che “ridurre la perdita e lo spreco di cibo ha il potenziale per contribuire ad altri Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, incluso quello di Fame Zero”.

 

Edie Mukiibi, membro del Comitato Esecutivo Internazionale di Slow Food afferma: «Il rapporto SOFA evidenzia come il problema dello spreco alimentare sia un problema globale con interconnessioni estremamente complesse. Una sfida che Slow Food ha raccolto nel corso degli anni e che ci ha portato a lavorare con le comunità rurali dei paesi a basso reddito per migliorare la loro sicurezza alimentare, aiutando i piccoli agricoltori a mantenere viva la cultura dei loro cibi tradizionali e a migliorare la catena di distribuzione locale, attraverso orti e mercati contadini»..

 

In un mondo in cui il sistema di produzione alimentare si dimostra insostenibile, l’importanza dei due pilastri dell’impegno di Slow Food, l’educazione e la tutela della biodiversità, è sempre più attuale. 

 È stato inoltre da tempo accertato che i prodotti dei Presìdi Slow Food, grazie al modo di produzione che evita l’uso di prodotti chimici, conservanti e additivi chimici, sono più ricchi di valori nutrizionali rispetto ad analoghe produzioni convenzionali, e questo concetto è affermato a gran voce soprattutto dagli chef dell’Alleanza Slow Food dei cuochi, chiamati a una missione educativa e impegnati a diffondere il giusto messaggio.