Home / Puglia / Il Pane di Altamura DOP, orgoglio pugliese

Il Pane di Altamura DOP, orgoglio pugliese

Il Pane di Altamura DOP, una delle tipologie di pane più ricercate e più vendute in Italia, è attualmente l’unico prodotto di panetteria a cui è stato assegnato nel 2003, con orgoglio e stupore dei cittadini, il marchio DOP.

Il pane di Altamura DOP, rinomato in tutto il mondo grazie alla sua fragranza, al suo aroma ed al suo sapore, nasce ad Altamura, nell’Altopiano delle Murge, in quella che ora è denominata Città Metropolitana di Bari.

Questa tipologia di pane è nata anticamente con l’obbiettivo di soddisfare soprattutto le esigenze di pastori e contadini che lo classificavano come unico alimento essenziale e quotidiano.

La grossa forma di pane, tipica appunto del Pane di Altamura DOP, era per i contadini una risorsa preziosa consumabile soprattutto durante il periodo che gli stessi trascorrevano lontani da casa.

Il pane di Altamura DOP nasce dall’unione della semola e di alcune precise varietà di grani duri (appulo, arcangelo, duilio, simeto) coltivati ad Altamura e in alcuni comuni limitrofi (Gravina di Puglia, Poggiorsini), nel territorio ora delimitato dal disciplinare del consorzio di tutela. Esistono due tipi di Pane di Altamura DOP: u Scquanét, più alto e a cappidde de prévete (a cappello di prete) più basso e con meno mollica.

La ricetta storica, ancora conservata gelosamente dalle
nonne pugliesi, prevede l’utilizzo di ingredienti semplici e genuini come semola
di grano duro, acqua, sale fino e lievito madre e l’impiego di forni
tradizionali in pietra.