Home / Calabria / Cosenza: inaugurato il Mercato Urbano di Campagna Amica

Cosenza: inaugurato il Mercato Urbano di Campagna Amica

È stato inaugurato, durante la mattinata di domenica 20 ottobre, il Mercato Urbano di Cosenza in Piazza Matteotti, risultato di una stretta collaborazione tra il Comune di Cosenza e Coldiretti. Hanno preso parte al mercato più di venti aziende, espressione delle molteplici produzioni agroalimentari di eccellenza del territorio.

Dalla pescheria alla macelleria, dal latte fresco allo yogurt, dalla panetteria al miele, tutti i prodotti presenti all’interno degli stand appartengono alla rete di Campagna Amica.

La struttura sarà aperta martedì, sabato e domenica, dalle ore 8,30 alle 13,30. La realizzazione all’interno del mercato urbano di una cucina, consentirà a breve l’apertura di un ristorante gestito dagli agriturismi di Campagna amica. All’esterno della struttura sarà, inoltre, allestito un orto didattico e sarà attivato un punto vendita di piante gestito da una cooperativa sociale.

Il direttore generale della Fondazione Campagna Amica, Carmelo Troccoli. Ha spiegato :“Quello che abbiamo voluto regalare alla città di Cosenza non è solo un luogo dove venire ad acquistare i prodotti buoni delle campagne cosentine oppure delle campagne della Calabria, ma è anche una comunità, un luogo dove la città incontra gli agricoltori intorno ad un nuovo paradigma di sviluppo delle città che è quello del cibo sano e buono. Un luogo di didattica, dove insegnare ai bambini da dove proviene il cibo, come si produce, come si cresce in maniera sana con la nostra cultura contadina insita all’interno della cultura italiana. Ed anche un luogo dove praticare la solidarietà. Vogliamo che anche le famiglie meno fortunate di noi possano avere accesso attraverso una serie di iniziative che abbiamo già avviato e che seguiteremo a portare avanti. Il Mercato Urbano sarà, infine, un luogo anche per i giovani, per riscoprire il lavoro dell’agricoltura, la sua bellezza e per celebrare il magnifico incontro tra la campagna e la città“.